Premio Paolo Orsi

Premio Paolo Orsi

Nel maggio 1990 si concluse il convegno "Paolo Orsi e l'archeologia del '900" con una mozione che impegnava il Museo Civico di Rovereto a forme di incentivazione dello studio e della conoscenza archeologica. Tre anni dopo, nel 1993, venne istituito nell'ambito della Rassegna Internazionale del Cinema Archeologico, il Premio "Paolo Orsi".
Il premio è biennale e viene attribuito da una giuria internazionale ad un film scelto in una selezione di opere cinematografiche di recente produzione che svolgano un argomento attinente un tema archeologico indicato ogni due anni dalla Rassegna.

L'articolo del regolamento che descrive il premio recita così:

Il Premio "Paolo Orsi" per la migliore realizzazione cinematografica consiste in una targa più una somma di 5.500 euro da destinarsi alla produzione di un nuovo documentario inerente alle tematiche della Rassegna. La targa e la somma di 1.650 euro saranno consegnate al regista o al produttore all'atto della premiazione, mentre i rimanenti 3.850 euro verranno resi disponibili alla presentazione, presso il Museo Civico di Rovereto, di un progetto completo di preventivi della nuova opera da finanziare. Nella versione finale il documentario dovrà menzionare il Museo Civico di Rovereto e la Rassegna Internazionale del Cinema Archeologico. Il produttore, al ritiro della somma, si impegna formalmente alla realizzazione di quanto sopra nel termine massimo di 2 anni.

Si tratta quindi di un piccolo ma significativo incentivo a nuovi progetti e realizzazioni cinematografiche ad argomento archeologico.

_________
Palmarès

1993
Iceman (K.Everett, 1993)
Gran Bretagna

1995
Slacche – Schlacken (Paola Arrigoni Andreatta, 1995)
Italia

1997 premio ex aequo
3500 anni fa nella grande pianura.Un villaggio terramaricolo:Santa Rosa di Poviglio (Fabio Vannini, 1997)
Italia
Les voltes del Romànic (Josep Rovira, 1995)
Spagna

1999
Il était une fois la Mesopotamie (Jean Claude Lubtchansky, 1998)
Francia

2001
Les derniers jours de Zeugma (Thierry Ragobert, 2000)
Francia

2003 premio ex aequo
Dove nasce Shkumbin (Esat Musliu, 2002)
Albania
Damming the Euphrates (Paxton Winters, 2001)
Turchia

2005
Home of the Sun (Urmas E.Liiv, 2003)
Estonia

2007
Yamana, nomadi del fuoco (Tullio Bernabei, 2004)
Italia

2009
Seuthes l'immortel, les secrets d'un roi Thrace (Zlatina Rousseva, 2009)
Francia

2011
Kool Farah (Mahvash Sheikholeslami, 2010)
Iran

2013
Il etait une fois les 1001 nuits (Bruno Ulmer, Catherine Ulmer-Lopez, 2012)
Francia

2015
Australie: l'aventure des premiers hommes (Martin Butler e Bentley Dean, 2013)
Australia
Carpentieri e falegnami nell'età del bronzo. Tecniche costruttive, strutture abitative di una popolazione vissuta migliaia di anni fa nei Siti Unesco di Bande di Cavriana e Castellaro Lagusello (Mario Piavoli, 2015)
Italia

 
Scroll to Top