Numismatica

Sezione NUMISMATICA

La formazione della collezione numismatica si deve a Fortunato Zeni (1819-1879), che fece dono al museo cittadino della propria raccolta di monete romane. A queste si aggiunsero nel corso dei decenni centinaia di esemplari sia romani che medievali e moderni, provenienti soprattutto dal territorio trentino. A Paolo Orsi (1859-1935) si deve invece l'insieme delle monete greche e magnogreche.

Accanto al nucleo di 1100 monete greche e magnogreche affluite tramite il lascito Orsi, il Museo registra oggi oltre 2100 monete romane, 240 bizantine e un insieme di circa 3000 monete medievali e moderne emesse da zecche italiane.

Con l'esposizione temporanea "D'argento e d'oro" (dal febbraio 2003 al marzo 2004) il Museo ha voluto presentare per la prima volta al pubblico una consistente selezione del proprio patrimonio numismatico. Il percorso conduce dalle più antiche coniazioni di Atene e delle colonie greche dell'Occidente, alle soglie dell'età moderna. 

I reperti delle collezioni sono inventariati e schedati. I dati sono consultabili online sotto la voce Ricerca>Archivi>Sezioni del Museo.

 
Scroll to Top