Liofilizzazione

Liofilizzazione

Il Museo Civico di Rovereto dispone di un moderno laboratorio di liofilizzazione, per la conservazione di campioni biologici  e materiale naturalistico anche molto delicato che mantiene così invariati colori e caratteristiche. Anche sostanze labili, delicate o alterabili dal calore possono essere sottoposte a questo particolare processo di essicazione, che elimina l'acqua dai tessuti per sublimazione  e permette una conservazione notevolmente protratta nel tempo dei materiali trattati.
Questa tecnica, preziosa per conservare ed esporre al pubblico campioni museali quali funghi, pesci, rettili e anfibi, viene oggi molto utilizzata anche per preparati biologici: plasma, sieri, enzimi, prodotti dietetici, complessi vitaminici e quant'altro.
Il processo avviene sotto vuoto spinto, provocando la sublimazione dell'acqua dal campione dopo averlo congelato.
L'esame comparato tra prodotti liofilizzati e prodotti freschi conferma la potenzialità di questa tecnica nella conservazione dei materiali museali, soprattutto in alcune branche delle scienze naturali. Anche gli esemplari e le strutture di più difficile conservazione vengono infatti particolarmente valorizzate tramite la liofilizzazione, che trova così ampio impiego nel trattamento di prodotti naturalistici, sia per fini didattici che scientifici.

Nell'immagine...
- Tipologie di prodotti liofilizzati
- Particolare di un bruco liofilizzato: si può notare la perfetta conservazione anche dei particolari più delicati

 
Scroll to Top