EcoNews n. 21

EcoNews n. 21

febbraio - maggio 2005


Cinema archeologico & C.
Carissimi Abbonati, eccoci entrati nel 2005, e a ritmo davvero sostenuto. Fervono le iniziative per il nuovo anno, le mostre, i festival, gli incontri, le sempre più accattivanti sezioni del sito internet, che invito davvero tutti a visitare: film, videoconferenze, bellissime e inedite immagini botaniche e archeologiche, e - perchè no? - un e-shop dove trovare regali originali.

Gli appuntamenti

Appuntamenti al Museo
La nuova mostra Il vino di Dioniso, i documentari di Discovery on Film, apertura dell'Osservatorio, spettacoli al Planetario e molto altro ancora per finire l'inverno ed entrare nella primavera con il Museo Civico.

Spazio Ricerca

Il vino di Dioniso. Dei e uomini a banchetto... a Rovereto
La stagione espositiva 2005 del Museo Civico si apre in febbraio con una mostra aecheologica che presenta straordinari reperti.

Sportello Scuola

La sezione didattica del Museo Civico di Rovereto
Un contributo e un sostegno alla progettazione e alle attività nella scuola, un contributo a capire la complessità della società e a educare cittadini consapevoli dei valori ambientali e di solidarietà.

Dentro gli Eventi

Eventi e attività al Museo Civico
I giovedì della Botanica, Discovery on Film e novità per la didattica.

La Sezione

Ricordando Cristiano Ghizzi
Geologo e sociologo, Cristiano Ghizzi unì l'amore per le scienze a quello per la comunicazione educativa.

A tu per tu...

I robot del Museo Civico... Guido il ballerino superstar
Il Museo Civico ha ormai un'avviata sezione di robotica che propone tutta una serie di iniziative divulgative e didattiche.

Filo Diretto

La TAC evidenzia le cattive condizioni della mummia del re Tut Ankh Amon
Recentissimi esami sulla mummia di re Tut aiuteranno forse a svelare i misteri della morte del giovanissimo faraone... notizie freschissime dal nostro amico e corrispondente Rafik Jabbour.

Ultima ora

Federico Halbherr e l'iscrizione di Gortyna
Al Museo Civico un Convegno di Studi molto seguito, a conferma dell'interesse per la figura del grande archeologo roveretano.

 
Scroll to Top