Strutture e siti

Strutture e siti

Le sale espositive
Le diverse anime del museo trovano la giusta valorizzazione nell’esposizione permanente “Le Collezioni. Dal Dato al Pensato”. Tra le sale si potranno scoprire le collezioni paleontologiche, mineralogiche, entomologiche, una importante collezione ornitologica, le sale di archeologia con la preziosa collezione Paolo Orsi e la collezione Portinaro-Untersteiner, recentemente aperta al pubblico.

L'Aula Didattica
L’Aula Didattica del Museo è attrezzata con microscopi, PC e strumentazioni per esperimenti inediti nell’area delle scienze naturali; nel campo delle scienze geologiche è possibile studiare i meccanismi dell’erosione e della sedimentazione, degli eventi sismici e del vulcanismo.

Il Planetario
È una struttura che permette di riprodurre un cielo realistico in una stanza, proiettando i diversi oggetti celesti e i loro moti apparenti. È costituito da una cupola di 6 metri di diametro e può ospitare fino a 40 visitatori. Il Planetario è un luogo speciale, in cui ci si trova al cospetto della magia di un cielo perfetto per l’osservazione notturna.

L'Osservatorio Astronomico
L’Osservatorio Astronomico è situato sul Monte Zugna a circa 1620 m di altitudine e dispone di una cupola di quattro metri di diametro nella quale si trovano tre telescopi. È dotato anche di un telescopio solare, il celostata, che consente di osservare il disco solare con le eventuali macchie e lo spettro della luce del Sole.

Palazzo Alberti Poja
Lo splendido palazzo del conte Francesco Alberti Poja fu costruito a partire dal 1778 sull’allora Corso Nuovo Grande. L’edificio è destinato alla valorizzazione delle raccolte storico artistiche del Museo Civico, con due sale permanenti dedicate allo scultore Carlo Fait e alcune sale per le esposizioni temporanee.

Lego Education Innovation Studio Museo Civico
La Sezione Didattica del Museo Civico è impegnata da una decina d’anni nell’ambito della robotica educativa, organizza corsi di formazione e laboratori di robotica nelle scuole. Il LEIS costituisce un ulteriore spazio per avvicinare giovani e meno giovani alla cultura scientifica in modo attivo e divertente, attraverso laboratori di introduzione alla robotica per studenti e attività di robotica per famiglie.

Sperimentarea
Il Bosco della Città e l'Area Test

Una vera città della didattica al Bosco della Città di Rovereto, con spazi per l’archeologia sperimentale e per le attività naturalistiche, in un’area pubblica di 11.000 mq. È a disposizione una struttura attrezzata per attività di scienze naturali, geologia, robotica e archeologia, e un’ Area Test mirata alla sperimentazione di metodologie geofisiche.

I Lavini di Marco e le orme dei dinosauri
Centinaia di orme dinosauriane impresse sui Calcari Grigi affioranti ai Lavini di Marco, sulle pendici del Monte Zugna, costituiscono quello che oggi è considerato uno dei più importanti giacimenti paleontologici europei.

La Villa romana di Isera
La Villa romana di Isera, scoperta poco dopo la seconda guerra mondiale si è rivelata un unicum nel suo genere non solo in Trentino, ma in tutta l'area alpina per antichità dell'impianto, ricchezza e qualità della decorazione architettonica, abbondanza e varietà dei reperti. Attualmente non è visitabile per restauro.

Castel Corno
Isera

Castello medievale documentato dal 1178. Costruito con materiali locali e arroccato su uno sperone di roccia, domina la Valle dell´Adige. Al principio del '300 confluì nell'eredità dei Castelbarco. Disposto su due piani rispettivamente a 800 e a 850 m.

Loppio-S.Andrea
Mori

L'isoletta di S. Andrea nel biotopo del Lago di Loppio ospita un sito archeologico pluristratificato, con resti di strutture pertinenti a un'insediamento fortificato del VI-VII secolo d.C. e una piccola chiesa medievale diroccata, oltre a testimonianze della Grande Guerra.

Orto dei Semplici
Palazzo Eccheli Baisi
Brentonico

Giardino botanico in stile rinascimentale, copre un'area di 3500 mq. Terrazzamenti con specie officinali, aromatiche, velenose e alimentari. Roccere, zona umida, boschetto e filiceto.

Giardino Botanico Alpino di Passo Coe
Folgaria (1610 metri s.l.m.)

Si trova in un’ampia radura alle pendici del Monte Maggio a 1610 metri di altitudine. La superficie di tre ettari è organizzata come luogo per rappresentare la flora alpina locale.

Antica Segheria veneziana di Terragnolo
Loc. Sega di Terragnolo

Poco distante da Maso S. Giuseppe si trova una segheria veneziana del Settecento, ristrutturata recentemente con l'intento di valorizzare l'identità culturale locale.

 
Scroll to Top