Comunicati Stampa

Giornata di studio Donazione Eugenio Da Venezia

 17.11.2016 - 10:25 
Arte

La Fondazione Querini Stampalia di Venezia in collaborazione con la Fondazione Museo Civico di Rovereto ricorda Eugenio Da Venezia, uno dei più significativi esponenti della pittura veneziana degli anni Trenta, nell’annuale Giornata di Studio.

L'appuntamento, a cura di Giuseppina Dal Canton, è per venerdì 25 novembre, alle ore 10 presso la Fondazione Querini Stampalia di Venezia.

Nell’ambito dell’incontro, che ha il patrocinio dell’Università degli Studi di Padova, verrà presentato il Quaderno n. 22 della collana Donazione Eugenio Da Venezia, a cura di Giuseppina Dal Canton e Babet Trevisan, in cui sono stati raccolti gli atti della giornata di studio 2014.

Interverranno: Stefano Franzo con Momenti dell’arte decorativa e tessile alla Bevilacqua La Masa; Alessandro Pasetti Medin in Duilio Corompai e le chiese rovinate dalla guerra in Trentino; Paola Pizzamano su Mario Disertori, dagli esordi capesarini alle Biennali. E ancora Alessandra Tiddia con Pietro Marussig alla Biennale; Stefania Portinari in La mostra “Vitalità nell’arte” (1959) al Centro Internazionale delle Arti e del Costume di Palazzo Grassi: un informale di “quale forma?”; Giovanni Bianchi su Alcune note sulla collezione d’arte di Carlo Cardazzo (1938–1942) e per finire Francesca Castellani in Gli impressionisti alla Biennale del ‘48. Note preliminari.

Fondo Eugenio Da Venezia
Eugenio Da Venezia (Venezia, 1900-1992) è stato uno dei protagonisti dell’arte veneziana tra le due guerre del Novecento. Nel 1989 ha donato alla Fondazione Querini Stampalia un fondo di opere e un patrimonio destinati ad un progetto di riscoperta dell’arte figurativa veneziana del suo tempo e in particolare degli artisti Carlo Dalla Zorza, Fioravante Seibezzi, Marco Novati, Aldo Bergamini, Mario Varagnolo, Juti Ravenna, Neno Mori e Luigi Scarpa Croce, suoi amici e sodali, con i quali formò il “gruppo di Palazzo Carminati”. Negli anni il fondo d’arte donato da Eugenio Da Venezia, costituito da venticinque dipinti dell’artista e da cinque di Novati, Mainella, Bergamini, è stato arricchito dai suoi eredi e da altri generosi collezionisti con altre opere del Maestro e con dipinti e disegni di Marco Novati, Juti Ravenna, Neno Mori, Mario Varagnolo, Carlo Dalla Zorza, Armando Tonello, Pieretto Bianco e Gigi De Giudici.

Programma in dettaglio

Coordina
Giuseppina Dal Canton

Saluti istituzionali
Marino Cortese Presidente della Fondazione Querini Stampalia
Giovanni Laezza Presidente della Fondazione Museo Civico di Rovereto

Stefano Franzo, Momenti dell’arte decorativa e tessile alla Bevilacqua La Masa
Alessandro Pasetti Medin, Duilio Corompai e le chiese rovinate dalla guerra in Trentino
Paola Pizzamano, Mario Disertori, dagli esordi capesarini alle Biennali
Alessandra Tiddia, Pietro Marussig alla Biennale
Stefania Portinari, La mostra “Vitalità nell’arte” (1959) al Centro Internazionale delle Arti e del Costume di Palazzo Grassi: un informale di “quale forma?”
Giovanni Bianchi, Alcune note sulla collezione d’arte di Carlo Cardazzo (1938–1942)
Francesca Castellani, Gli impressionisti alla Biennale del ‘48. Note preliminari

Dibattito

Per informazioni
Fondazione Querini Stampalia Onlus
Santa Maria Formosa,
Castello 5252, 30122 Venezia
tel 041 2711411
museo@querinistampalia.org
www.querinistampalia.org

Ufficio stampa
Sara Bossi
T. +39 041 2711411 / M. +39 339 8046499
s.bossi@querinistampalia.org

 
Scroll to Top