Teatro Zandonai

Teatro Zandonai

Il teatro comunale di Rovereto viene edificato nel 1782 su progetto dell'architetto Filippo Maccari e inaugurato nel 1784 con l'opera buffa "Giannina e Bernardone" di Domenico Cimarosa. È il primo teatro del Trentino, espressione del fermento culturale della Rovereto aristocratica e borghese del XVIII secolo. Nell'Ottocento viene ampliato fino ad espandersi verso Corso Bettini ed assumere l'aspetto attuale.
Durante la Prima guerra mondiale il teatro subisce ogni sorta di barbarie: diventa stalla, magazzino e caserma. Spogliato degli arredi e delle attrezzature, dello splendore di un tempo rimane solo il ricordo. Nel 1920 viene acquistato dal Comune di Rovereto. Il 30 aprile 1924 il teatro restaurato riapre con "Giulietta e Romeo" di Riccardo Zandonai.

Dopo dodici anni di restauri, il teatro ha riaperto al pubblico per la stagione 2014-2015. Grazie ai documenti storici ritrovati con ricerche d’archivio sono stati recuperati sotto uno strato di intonaco: la facciata del 1871 su corso Bettini, il grande soffitto sopra la platea, i quattro ordini di palchi lignei, le decorazioni dei soffitti del foyer. Oltre al recupero e alla valorizzazione dello scrigno storico, sono stati costruiti una nuova torre scenica e moderni impianti tecnici per permettere all’antico teatro di sentirsi nuovamente al passo coi tempi.

-----------------------------------

La Fondazione Museo Civico organizza visite guidate, a frequenza periodica o su prenotazione, per gruppi e scolaresche. Attraverso la visita al teatro, che si affaccia sul settecentesco Corso Nuovo, oggi Corso Bettini, si ripercorre la storia dell'epoca non solo da un punto di vista storico ma anche artistico e musicale.

Per le scuole la Fondazione propone anche percorsi didattici e laboratori con gli esperti.
Maggiori dettagli nelle pagine dedicate alla Didattica.

Info
Fondazione Museo Civico di Rovereto
tel. +39 / 0464 452800
e-mail didattica@fondazionemcr.it

Vai al sito ufficiale del teatro

 
Scroll to Top