Art. 3 - Modalità di conseguimento degli scopi

1. Per conseguire i propri scopi la Fondazione:
· stipula apposita concessione con il comune di Rovereto per la gestione delle sedi, dove la Fondazione svolge la propria attività istituzionale;
· può stipulare analoghe concessioni con altri comuni e con gli altri soci fondatori per la gestione, la valorizzazione e lo studio di strutture e siti compatibili con le sue finalità;
· può stipulare ogni contratto o convenzione consentita dall'ordinamento e può organizzare servizi aggiuntivi ed attività accessorie finalizzate al conseguimento della sostenibilità economica della Fondazione;

2. La Fondazione potrà svolgere ogni operazione ritenuta necessaria ed utile o comunque opportuna per il raggiungimento delle finalità di cui all'art.2 e quindi, nei limiti consentiti dalla legge, ogni attività economica, finanziaria, patrimoniale, immobiliare o mobiliare, ivi compresa, nell'ambito delle stesse finalità, la partecipazione ad associazioni, enti ed istituzioni, pubbliche e private, la cui attività sia attinente ai propri scopi.

3. La Fondazione non distribuisce o assegna in alcun modo ed in alcuna forma, né diretta né indiretta, quote di utili, di patrimonio, ovvero qualsiasi altra forma di utilità economiche, ai fondatori, agli amministratori, ai dipendenti, ai collaboratori ed ai consulenti. La carica di amministratore in seno agli organi della Fondazione è gratuita, fatta eccezione per il direttore ed il revisore dei conti, e salvo la corresponsione di rimborso delle spese sostenute per l'esercizio della funzione.

4. La Fondazione ha l’obbligo di impiegare gli utili e gli avanzi di gestione per la realizzazione delle attività istituzionali e di quelle ad esse direttamente connesse.

5. La Fondazione svolge le proprie attività ispirandosi ai seguenti principi:
a) distinzione fra le funzioni di indirizzo e controllo e le prerogative che appartengono alla autonomia scientifica e gestionale;
b) conseguimento di equilibri di bilancio annuali e pluriennali;
c) trasparenza nelle procedure di selezione del personale, orientamento verso la produzione di stabili competenze distintive, investimento nelle risorse umane;
d) valutazione indipendente dei risultati delle attività svolte.

6. La Fondazione, nella propria autonomia e nel rispetto del principio di apertura nazionale e internazionale, partecipa al sistema museale trentino, ricercando la qualificazione prevista dagli articoli 16 e 23 della L.P. 15/2007, e coopera con gli altri soggetti del sistema provinciale della ricerca.

7. La Fondazione regola di norma i propri rapporti con i fondatori, con gli enti pubblici locali, con le relative strutture e con i loro enti funzionali tramite accordi formalizzati anche su base pluriennale. Nel caso del comune di Rovereto tali accordi assumono la forma di convenzione o accordi di programma di durata pluriennale.

8. La Fondazione regola di norma i propri rapporti con soggetti terzi mediante le ordinarie forme civilistiche.

9. La Fondazione è costituita da soci Fondatori e soci Partecipanti.

 

 
Scroll to Top