Osservatorio meteorologico storico

L'Osservatorio meteorologico storico di Rovereto

L'Osservatorio meteorologico storico di Rovereto ha sede presso l'ex convento francescano di S.Rocco, in corso Bettini, dove ha iniziato regolari rilevazioni già nel 1882 per iniziativa della Società Alpinisti Tridentini, adottando le direttive della Società Meteorologica Italiana e poi dell'Ufficio Centrale di Meteorologia e di Ecologia Agraria ora CRA-CMA (Consiglio per la ricerca e sperimentazione in agricoltura-Unità di ricerca per la Climatologia e Meteorologia applicate all'Agricoltura).

Gestito fino al 2001 dai padri francescani, in seguito - per la loro indisponibilità - l'osservatorio è stato preso in carico dal Museo Civico, che attraverso i propri ricercatori già da tempo operava in stretta collaborazione con l'ordine religioso.
La strumentazione presente, di tipo analogico e a registrazione meccanica, rileva i parametri meteorologici più comuni: temperatura, estremi di temperatura, pressione, umidità, precipitazione, vento. Gli strumenti sono collocati in parte in una capannina sospesa sul lato nord dell'edificio ed in parte su terreno aperto.

Per alcuni fenomeni la rilevazione strumentale non ne esaurisce la descrizione e per questo vengono effettuate anche osservazioni a vista relativamente alla nuvolosità presente (estensione, specie), alla visibilità, alla forma delle eventuali precipitazioni ed a vari altri fenomeni di interesse meteoclimatico. Per avere una continuità rispetto all'archivio storico, ciò avviene negli orari tradizionalmente in uso presso gli osservatori fin da quando le rilevazioni erano fatte in maniera non automatizzata.
Il sito ospita inoltre una stazione meteorologica automatica dell'Ufficio Previsioni e Pianificazione della Provincia Autonoma di Trento. La sovrapposizione di strumentazione dovrebbe garantire anche per il futuro una elevata continuità dei dati rilevati.
-->> La stazione meteorologica di Rovereto nel sito di Meteotrentino

Negli ultimi anni, il Museo Civico si è fatto custode anche della biblioteca meteorologica dell'osservatorio roveretano, inclusi i registri delle osservazioni. Ciò che rende particolarmente importanti quei registri è soprattutto la continuità dei dati riportati, preziosi per studi e ricerche. Al fine di agevolarne le elaborazioni, pertanto, il Museo sta procedendo alla digitalizzazione di tutti i dati.
Gli antichi osservatori spesso non rispettano tutte le attuali regole di rilevamento meteorologico imposte dall'Organizzazione Meteorologica Mondiale. Tuttavia, costituiscono un importante riferimento numerico per il confronto con i dati del passato, purchè le attuali misure vengano svolte sempre nelle medesime condizioni. Di qui l'impegno del Museo Civico e dei suoi collaboratori per salvaguardare la sopravvivenza dell'osservatorio meteorologico storico roveretano.


Approfondimenti

-->> Analisi climatiche - grafici

-->> Breve presentazione dell'attività di ricerca del Museo Civico - a cura di Alessio Bozzo, Fausto Maroni

-->> Presentazione della storia e delle analisi delle osservazioni meteorologiche a Rovereto - a cura di Alessio Bozzo

-->> Scheda tecnica e descrizione dell'Osservatorio - a cura di Alessio Bozzo

-->> Storia dell'Osservatorio - a cura di Alessio Bozzo

-->> Gli strumenti storici dell'Osservatorio - a cura di Alessio Bozzo, Fausto Maroni

-->> Riferimenti bibliografici

 
Scroll to Top